Benessere di coppia - Istruzioni per lei

Istruzioni per il Benessere di coppia – Consigli per lei

Eccoci con la seconda parte dei consigli per il benessere di coppia (la prima parte la potete trovare a questo indirizzo): oggi parliamo a Lei, alla parte femminile della coppia, alla donna, quell’essere “dolcemente complicato” che fa impazzire il suo compagno, nel bene e nel male.

Cosa devono fare le donne?

Non è un caso che gli uomini si lamentino sempre che le donne parlano troppo seppellendoli letteralmente di informazioni e domande: le donne sono fatte così, sono programmate per prendersi cura degli altri ed è il loro modo di esprimere amore ed affetto. Pensano molto, organizzano mentalmente giornate e, a volte, vite intere, e non possono fare a meno di rendere partecipi i propri compagni delle loro elucubrazioni: è più forte di loro!

La donna, dicevamo, si preoccupa e si occupa del suo compagno, è felice di dare consigli e di interessarsi a tutto quello che fa: per le donne consigliare è il modo ideale per comunicare amore. L’uomo però, con tutti questi consigli non richiesti, diventa insofferente: per gli uomini infatti è importante raggiungere i propri obiettivi in autonomia, senza aiuti esterni o intromissioni che vengono viste come insinuazioni di scarsa fiducia nei loro confronti e come un fastidioso tentativo di controllo.

Facciamo un esempio che sarà capitato a tutti: in vacanza si sbaglia strada. Momento di panico, che si fa? Lei ovviamente proporrà, con ansia sempre più crescente, di chiedere informazioni ai passanti: vuole rendersi utile offrendo suggerimenti utili a risolvere la situazione. Lui non sopporta questo modo di fare: gli sembra che la donna in questo modo voglia dirgli che non è in grado di portarla a destinazione.

Come si esce da questa situazione spinosa? In modo piuttosto semplice, in realtà: lei apprezzerà i tentativi di lui di ritrovare la strada giusta da solo, senza chiedere a nessuno, e, così facendo, lui si sentirà gratificato dalla fiducia di lei.

Il tutto è ben riassunto in questa infografica